Muccia, operai al lavoro nel mobilificio inagibile. Scatta il sequestro – VIDEO

MUCCIA – Era stato dichiarato inagibile dopo il terremoto del 2016, ma continuava a essere utilizzato con i dipendenti al lavoro all’interno.

Per questo è stato sequestrato un mobilificio a Muccia, su cui gravava il verdetto “E”, il più grave per inagibilità con ordinanza già emessa dal sindaco Baroni. Il sequestro, disposto dalla procura della Repubblica di Macerata, è stato eseguito dai militari della Guardia di finanza di Camerino, guidati dal capitano Antonio Di Palo

Per il mobilificio vigeva il divieto di utilizzo per i proprietari e per gli occupanti fino alla messa in sicurezza. Le fiamme gialle, stando a quanto emerge dalle indagini, avrebbe  invece trovato il fabbricato aperto, con alcuni operatori a lavoro, all’interno della struttura retta con dei puntellamenti “fai da te” sulle intersezioni delle travi portanti mentre in un altro punto erano stata poste delle tavole di legno impilate fino al soffitto per sostenere la travatura.

L’immobile è stato immediatamente evacuato e posto sotto sequestro penale. L’amministratore dell’impresa e il proprietario dello stabile sono stati denunciati .

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response