Assunzioni in sanità, indaga la Guardia di Finanza – VIDEO –

MACERATA – Si indaga per abuso d’ufficio per le assunzioni in Regione Marche a tempo indeterminato di 776 persone, stabilizzando personale, violando la norma costituzionale che prevede l’ingresso nella pubblica amministrazione per concorso.

E’ l’accusa per cui la Guardia di Finanza di Macerata, coordinata dalla Procura di Ancona, ha denunciato 53 dirigenti della Regione, individuando una spesa di oltre 121 milioni di euro.

Secondo la Gdf le stabilizzazioni riguardano il settore sanità e risalgono ad un periodo compreso tra il 2008 e il 2013. 

La giunta Ceriscioli: “Siamo estranei”. “I fatti non riguardano questa amministrazione perché sono molto antecedenti all’insediamento di questa giunta avvenuto nel 2015”. Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli . “Tuttavia – prosegue – abbiamo deciso immediatamente di istituire una commissione di indagine interna per appurare eventuali irregolarità negli atti posti in essere dal 2008 al 2013. La Regione – continua Ceriscioli – approfondirà ogni aspetto perché laddove fossero confermate le ipotesi accusatorie è evidente che sarebbe stata lesa come ente e si riserva quindi di costituirsi parte civile nell’eventualità in cui dovesse esser promosso giudizio penale”.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response