Tra le reti da pesca spunta un’anfora di epoca romana

SENIGALLIA –  Spunta un’anfora di epoca romana, testimonianza dell’attività di scambi tra le due sponde dell’Adriatico, tra le reti da pesca.

Il reperto è stato rinvenuto a bordo di un peschereccio al largo del porto di Senigallia dal reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Ancona.
Si tratta di un’anfora risalente – secondo una prima analisi della Soprintendenza per i beni archeologici –  a un arco cronologico compreso tra la fine del II secolo avanti cristo e la fine del I secolo dopo Cristo, adibita al trasporto di vino, olio ed altre sostanze alimentari a bordo di navi provenienti dall’area del bacino del Mediterraneo orientale.

Il reperto e’ risultato essere in ottimo stato di conservazione, benché leggermente scheggiato nella parte superiore del collo e con concrezioni marine diffuse su tutto il manufatto.

La Guardia di finanza, nell’ambito dei propri compiti istituzionali, concorre all’attivita’ di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio archeologico ed alla attività di preservazione e vigilanza sullo stesso.

Leave a Response