Gino Bartali, l’eroe silenzioso che salvò 800 persone – VIDEO

OSIMO – Quando lo fermarono per un controllo dimenticarono di ispezionarne la bicicletta. Mai avrebbero immaginato che sotto il sellino, nel telaio, nascondesse documenti falsi che avrebbero salvato la vita a 800 persone: 800 ebrei che, grazie alle gambe di Gino Bartali, sarebbero riusciti ad espatriare prima di essere uccisi.

Era il 1943 e quel segreto, raccontato da Bartali al figlio Andrea, è diventato notizia solo pochi anni fa, perché “il bene si fa in silenzio”. E’ il segno di un campione che si fa eroe.

Quel messaggio di tolleranza, nell’Italia che ha paura della diversità, torna a Osimo alla vigilia della tappa del Giro d’Italia.

Di Lucio Cristino, Antonio Violet e Matteo Delicato.

Guarda il video:

Leave a Response