Truffa delle rinnovabili. Nei guai un imprenditore: sequestrati conti e immobili

ANCONA – Truffa ai danni del Gestore dei Servizi Energetici per ottenere gli incentivi pubblici, la Guardia di Finanza di Ancona ha sequestrato beni e conti per un valore di 4 milioni di euro ad un imprenditore del settore delle energie rinnovabili indagato per frode.

Il decreto di sequestro preventivo emesso dal gip del tribunale di Ancona, sulla scorta delle indagini affidate ai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria, ha riguardato conti correnti e immobili dislocati in varie zone del territorio nazionale. L’imprenditore coinvolto è stato anche colpito dall’interdizione per un anno dall’esercizio di impresa nel settore delle energie rinnovabili.

Leave a Response