Macerata, la “lezione” di Wilson: “Non giudico Traini, forse aveva le sue ragioni” (Video)

MACERATA – “Forse aveva buone ragioni per spararmi. Io non posso giudicarlo, solo Dio può farlo”.
Wilson Kofi, 20enne, ghanese, non cova rancore per Luca Traini.

E’ vivo perché il proiettile non gli ha centrato la testa, né il cuore, ma gli è entrato e uscito sotto la scapola destra.

Il suo è un senso della realtà che travalica il dibattito: “Anche in Africa siamo razzisti. Qualcuno non vuole i bianchi, altri li vogliono. In Europa, qualcuno non vuole i neri, altri sì. Penso che il razzismo sia ovunque”.
Guarda il video:

Leave a Response