Lube perfetta in Champions League. 3-0 al Fenerbahce

ISTANBUL – Netta vittoria della Cucine Lube Civitanova ad Istanbul nella quarta giornata del girone di Champions League.

Un 3-0 mai in discussione per Stankovic e compagni contro un Fenerbahce sicuramente non al livello dei biancorossi, ma questo non macchia la prestazione concreta e continua degli uomini di Medei capaci di tenere testa ai turchi dalla prima all’ultima palla del match. Il 60% in attacco e i 7 ace, oltre ad un grande numero di contrattacchi messi a terra dai campioni d’Italia, hanno permesso di ottenere il risultato obiettivo dei cucinieri per assicurarsi il prima possibile la qualificazione al turno successivo e continuare la corsa al primo posto, in attesa del risultato di stasera di Perugia. Top scorer dell’incontro Osmany Juantorena con 19 punti e il 76% in attacco.

Senza limiti per gli stranieri in campo, coach Medei fa giocare in contemporanea Sander e Stankovic, con Juantorena e Candellaro a completare i reparti schiacciatori e centrali e la consueta diagonale Christenson-Sokolov. Subito decisivo il lavoro a muro e in difesa della Cucine Lube Civitanova: dal 4-4 il turno al servizio di Stankovic fa la differenza, Juantorena e Candellaro firmano il 4-8 e il turno del capitano in battuta prosegue fino al 4-12 tra contrattacchi vincenti e un ace del centrale serbo. Il Fenerbahce prova a reagire prendendo le misure in difesa e a muro (Gladyr su Juantorena a contrattacco Toy) fino al 10-14, ma Christenson rimette le cose a posto con l’ace dell’11-17. Crea problemi alla ricezione Lube il turno al servizio di Tekeli con i turchi che arrivano al -3 (18-21), ci pensa Sander (5 punti e 71% in attacco) con un colpo da posto 4 e la sua battuta a chiudere il set in favore dei cucinieri (20-25). Cucine Lube Civitanova che parte bene anche nel secondo set: il 5-8 è di Juantorena con una gran palla in diagonale ma Sket in battuta riporta in parità i turchi (10-10) sfruttando anche un fallo in palleggio (dubbio) fischiato a Stankovic (100% in attacco nel set). Toy sbaglia da zona due (10-12) e due palleggi fallosi (molto stretto il metro di giudizio dell’arbitro Cambre) dei turchi spingono la Lube al +3 (14-17). Christenson dai nove metri firma il 15-20, break decisivo perché la Lube continua a macinare gioco mettendo in difficoltà i turchi in ogni fondamentale: Juantorena (9 punti e 90% in attacco) non si ferma e il Fenerbahce cede 19-25. Il turno al servizio di Juantorena lancia subito la Lube nel terzo set (2-5), due errori biancorossi riportano lì i turchi che ora trovano una maggiore continuità in cambio palla (9-9) ma non può durare perché la superiorità tecnica dei campioni d’Italia è evidente. Il turno al servizio di Juantorena è devastante per il Fenerbahce: due ace e un contrattacco per l’11-16, un +5 che gli uomini di Medei gestiscono senza problemi. Christenson allunga ancora con l’ace del 17-23, Sokolov chiude 18-25.

Leave a Response