Picchiata e seviziata: “Non c’è una banda che gira per Ancona”

ANCONA – “Possiamo escludere che ci sia una banda che giri per Ancona con l’obiettivo di violentare donne sole alla guida”.

Tendono a rassicurare la città su un potenziale “allarme sociale” gli investigatori che lavorano sul caso della 41 enne, speronata, aggredita e costretta in una zona di campagna, a Barcaglione, e poi medicata al pronto soccorso con alcuni segni sul seno.

Sul fronte delle indagini, intanto, si cercano collegamenti tra la donna e gli aggressori, se alla fine i due, incappucciati, le avrebbero sussurrato all’orecchio: “Buon anniversario”. La vittima ha più volte ribadito, sentita dai carabinieri, di non conoscere i due che l’hanno “seviziata”, secondo il suo racconto.

Al momento l’indagine del Pm Rosario Lioniello vuole far luce partendo dalla serialità di una banda, al momento esclusa, quindi sui legami della donna con i due.

Leave a Response