Corto Dorico entra nel vivo, sabato 9 dicembre la finale (Video)

ANCONA – Entra nel vivo Corto Dorico, il festival del cinema breve di Ancona alla 14esima edizione che sabato 9 dicembre decreterà la pellicola vincitrice di quest’anno. Intanto va in finale il corto ripescato dal pubblico nella serata di sabato scorso. E’ Peggie, del marchigiano Rosario Capozzolo che prevale sugli altri 5. I 400 di sabato scorso all’auditorium della Mole hanno premiato la storia ambientata in America: attraverso gli occhi di Peggie, nel piano sequenza iniziale, la demenza viene raccontata come un viaggio nel tempo. Il corto di Capozzolo concorrerà alla vittoria dei premi di Corto Dorico, sabato 9 dicembre, assieme a Tabib di Carlo D’Ursi, Confino di Nico Bonomolo, La faim va tout droit di Giulia Canella, Pink elephant di Ado Hasanović, Piove di Ciro D’Emilio, Mon amour, mon ami di Adriano Valerio, Denise di Rossella Inglese e Framed di Marco Jemolo. La settimana sarà lunga e densa di appuntamenti tra cui quello di martedì sera con i cortometraggi a sfondo sociale e il premio di Amnesty Internation al teatro delle Muse. Programma consultabile da http://www.cortodorico.it

Corto Dorico, in programma dal 2 al 9 dicembre, è condiretto dal regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì (David di Donatello) e dall’ideatore culturale Roberto Nisi, organizzato da Nie Wiem con il Comune di Ancona, La Mole, con il contributo di Mibact, Regione Marche, Università Politecnica delle Marche, con il sostegno di Amnesty Internatonal Italia, Coop Alleanza 3.0, Cooss Marche, con il patrocinio di Federazione Economia del Bene Comune, Fondazione Marche Cultura, Ombudsman delle Marche, con il sostegno di Acmei Energie in Luce, B&C Project, Comet Rema Tarlazzi, Ianniello Brico Point, Newtec Electronichs, Tecno Metal e grazie a molti altri.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E’tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui “Sibilla, le voci della ricostruzione”, progetto editoriale dell’emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell’Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response