Stupro di Rimini, il branco abita nel pesarese

VALLEFOGLIA – Due 17 enni marocchini si sono costituiti alla caserma dei carabinieri di Montecchio di Pesaro, comune dove risiederebbero. Si sono presentati come due del branco che una settimana fa ha stuprato a Miramare una turista polacca, picchiato l’amico, e violentato una prostituta transessuale. “Siamo stati noi”, avrebbero detto i due ragazzi che verranno trasferiti a Rimini per l’interrogatorio in Procura alla presenta del pm che coordina le indagini e di un magistrato del tribunale dei minori di Bologna.

I due giovani avrebbero deciso di presentarsi dopo la diffusione delle immagini e a causa della pressione esercitata in questi giorni dalla polizia di Rimini.

Successivamente si è consegnato alle forse dell’ordine anche un terzo giovane, 17enneIn tre avrebbero precedenti per microspaccio e furtiUno manca ancora all’appello.

Una telecamera di sorveglianza avrebbe ripreso i quattro uomini che avrebbero partecipato allo stupro sulla spiaggia del Bagno 130 di Miramare a Rimini: è anche su questo particolare che si concentralo le indagini degli inquirenti.

 

Leave a Response