Pasqua sottotono, il “risveglio” del turismo per il ponte del 25 (Video)

ANCONA – Se la Pasqua appare sotto tono per le prenotazioni in hotel, il risveglio è atteso più avanti per il ponte del 25 aprile, un martedì, che dovrebbe portare anche in terra marchigiana una quota di italiani che si concederanno qualche giorno di vacanza nella penisola. Secondo stime Federalberghi, che nelle Marche conta circa 800 strutture affiliate, il 93% degli italiani in viaggio sceglieranno il Bel paese. Una boccata d’ossigeno per chi della vacanza ha fatto un lavoro nelle Marche, dopo la battuta d’arresto a partire dal 24 agosto a causa del sisma. Secondo quanto riferisce Emiliano Pigliapoco, presidente di Federalberghi Marche, dal sisma e fino a Natale le presenze sono crollate del 35% nella provincia di Pesaro Urbino, 40% in quella anconetana, 50% a Macerata, 60% nell’ascolano e nel fermano. Segni meno importanti, dicono gli albergatori, tanto che l’associazione punta alla richiesta di danni indiretti a causa del terremoto che ha sconvolto il centro Italia. Con il nodo, ancora non risolto, dell’accoglienza degli sfollati sulla costa, ovvero oltre 4000 persone. Alcuni dovranno spostarsi,  per lasciare il posto ai turisti, in strutture che hanno dato la disponibilità fino a fine anno.  

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response