“Uomo a terra, venite”: poi scatta la follia

ANCONA – “C’è un uomo a terra, correte”. La chiamata al 118 per un passante è stata l’inizio di alcuni minuti di pura follia. E’ quanto avvenuto la scorsa notte in piazza Rosselli, di fronte alla stazione ferroviaria.

Il cittadino, dopo aver allertato i soccorsi, ha atteso l’arrivo dell’ambulanza del 118. Alla vista dei soccorritori l’uomo, che giaceva a terra in stato di semi incoscienza, si è alzato di scatto e ha iniziato a rincorrere il passante, che si è dato a fuga precipitosa

La follia, però, per il 30 enne tunisino, visibilmente ubriaco, era appena cominciata: dopo aver invano rincorso chi voleva salvarlo, prima è salito sul cofano dell’ambulanza della Croce Gialla, poi si è disteso sotto il mezzo, incastrandosi sotto le ruote, a simulare un investimento da parte dell’ambulanza.

La richiesta di intervento ai carabinieri ha poi permesso di evitare conseguenze peggiori. L’uomo è stato preso in consegna dai militari.

 

Leave a Response