Osimo, prosegue la “battaglia” per salvare il punto nascite

OSIMO – Nessuna promessa dalla Regione: è ancora in bilico il punto nascite dell’ospedale di Osimo, che non arriva a mille parti all’anno.

Se la deroga permette il salvataggio dei reparti di ostetricia dove ogni anni i fiocchi appesi alle porte oscillano tra i 500 e 1000, per il reparto di ostetricia del Santi Benvenuto e Rocco, la decisione sembra già presa. Chiusura.

Come è stato comunicato lo scorso undici novembre, durante la conferenza dei servizi. Scattata la mobilitazione che coinvolge la città osimana, ma anche i comuni limitrofi, con una raccolta firme cartacea e una on line, una pagina fb e anche l’hastag #natoaosimo.

Per il momento il sindaco Simone Pugnaloni, torna senza alcuna certezza dall’incontro in Regione e si dice pronto a dar battaglia per salvare il nosocomio osimano.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response