Stranieri, una rete contro le discriminazioni

ANCONA – Secondo il dossier statistico immigrazione dell’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali sono quasi 147 mila gli stranieri nelle Marche, dato aggiornato al 2013 e sono quindi il 9,4 per cento della popolazione.

Sono prevalentemente romeni, albanesi e macedoni per un 57%, mentre gli africani sono quasi il 20%. Il razzismo esiste anche in regione: lo racconta la cronaca delle ultime ore.

Un negozio nigeriano a Macerata dato alle fiamme e poi la scritta, una sorta di firma: “Immigrati go home”.

Nelle Marche in occasione della “Settimana di azione contro il razzismo”, nasce una rete regionale anti-discriminazioni, per prevenire tutte le forme di intolleranza e disparità. Ecco No.di. no discrimination.

Un percorso che vede impegnato il consiglio regionale, Agenzia sanitaria, università di Urbino e l’associazione avvocato di strada Onlus.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response