Disastro in mare a Ravenna, trovato il corpo del cuoco di bordo

PESARO – E’ stato ritrovato lungo la spiaggia di Pesaro il corpo di uno dei tre marittimi turchi dispersi dopo la collisione fra la motonave turca Gokbel e il mercantile Lady Aziza, avvenuta il 28 dicembre scorso al largo di Ravenna.

Il 21 gennaio il cadavere di un altro marinaio, Ustun Zeynel, era stato recuperato a Fano. Oggi il mare ha restituito le spoglie di Arslan Bayram, 55 anni, di nazionalità turca, cuoco di bordo del Gokbel.

A notare il corpo, poco dopo le otto del mattino, è stato un ciclista che transitava nei pressi della pista ciclabile che costeggia la spiaggia. L’uomo ha chiamato il 113 e sul posto sono giunte una pattuglia della Squadra volante, la Guardia costiera e la Polizia scientifica.

Il cadavere era in avanzato stato di decomposizione, ma Bayram aveva ancora i documenti in tasca, ed è stato così possibile identificarlo.

La salma è stata condotta all’obitorio, per gli accertamenti medico legali che la procura di Pesaro disporrà. Poi dovrebbe essere trasferita a Ravenna, dove è aperta l’inchiesta sul disastro marittimo.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response