Inrca, Tesei: “Puntare sulla ricerca, valorizzare l’eccellenza”

ANCONA – La nuova struttura, ferma dopo la prima pietra all’Aspio di Camerano per il fallimento della ditta di appalto, non darebbe abbastanza spazio alla ricerca, secondo l’associazione “Amici del geriatrico”.

L’Inrca di Ancona rientra in una rete di 217 centri di cui 89 in Italia, 122 in Europa, 7 negli Stati Uniti e in Australia.

“E’ il momento in cui la politica deve darsi da fare”, dice il presidente dell’associazione Aldo Tesei, con le elezioni regionali alle porte.

Inoltre tra un mese, il 21 febbraio, scade il mandato del direttore generale Zuccatelli e la nomina è di competenza regionale. Secondo l’associazione è necessario il salto di qualità e un impegno a 360 gradi.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response