Laureati, nelle Marche uno su tre con la valigia

Di Giulia Boschi ANCONA – Il binomio laurea-lavoro non sembra più essere una certezza stando ai dati del rapporto della Banca d’Italia, nelle Marche il 31% dei neolaureati sono costretti a spostarsi in altre regioni per trovare occupazione.

Il tessuto industriale produttivo marchigiano fatica infatti ad assorbire i giovani con elevati livelli di istruzione e anche chi riesce a entrare nel mondo del lavoro spesso si trova a essere sottopagato.

Il problema è da ricercarsi nella mancanza di innovazione del sistema imprenditoriale e produttivo che poco investe in ricerca, sviluppo e digitalizzazione.

 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response