Qualità della vita, le città marchigiane perdono posizione

ANCONA – Voti in calo per le Marche nella pagella stilata da “Il Sole 24 ore” sulla qualità della vita per l’anno 2014. Le province marchigiane infatti sebbene si posizionino entro la prima metà della classifica, che conta in totale 107 province, registrano posizioni in ribasso.

Macerata scende infatti dall’8°al 13° posto, Pesaro e Urbino dal 23° al 36° e Ancona dal 25° al 40°. Unico risultato positivo quello di Ascoli Piceno che passa dal 51° posto del 2013 al 46° per quest’anno.

Il calo maggiore si è registrato negli affari e nel lavoro per le città di Ancona, Macerata e Pesaro Urbino, unica in ripresa Ascoli Piceno che si classifica 39°.

Medaglia d’oro della classifica di quest’anno è risultata essere la città di Ravenna che ha scalzato Trento, vincitrice dell’edizione 2013, grazie agli alti voti ottenuti in materia di “Servizi, ambiente e salute”.

 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response