AMIR, UN “SOGNO CHIAMATO LIBERTA'”

Li chiamiamo “clandestini”, “immigrati”, “profughi” per indicare chi scappa, da un regime, dalla fame, o dalla guerra. La storia che raccontiamo parla di libertà. Amir, 27 anni, viene dall’Iran. Figlio di una famiglia benestante si ribella al regime e finisce in carcere, rischiando diverse volte la vita, solo per “avere la stessa quantità di aria che abbiamo voi”. Oggi Amir vive nelle Marche…

Leave a Response