ABORTO NEGATO, LA CGIL: “ASSUMETE MEDICI NON OBIETTORI”

ANCONA – Negli ultimi 36 anni, quando il referendum ha riaffermato la legge sull’aborto, le interruzioni di gravidanza in Italia sono dimezzate. Nelle Marche, nel 2011 rappresentavano il 6,6%, contro una media nazionale dell’8%. E sono sempre in diminuzione. Sono state 2313 nel 2011, 2183 nel 2012. Una scelta dolorosa, che fa a calci con il tempo, ristretto, dei tre mesi. I casi marchigiani di Jesi, Fano e Fermo dove tutti i medici sono obiettori e si rifiutano dunque di applicare la 194, sono stati inseriti nel reclamo collettivo arrivato al Consiglio d’Europa che ha bacchettato le Marche per il mancato rispetto della legge. La Cgil lancia l’idea di rivedere l’organizzazione del personale sanitario, ovvero spostare gli obiettori oppure garantire in ogni struttura il 50% di medici disposti a praticare l’aborto.

Dura, invece, la reazione di Forza Nuova in merito al richiamo del Comitato Europeo dei Diritti Sociali del Consiglio D’Europa nei confronti dei Medici degli Ospedali Marchigiani di Jesi ,Fermo e Fano che si rifiutano di praticare l’aborto. In un comunicato stampa firmato dal Coordinatore Regionale di FN Ditommaso vengono attaccati anche l’Assessore regionale alla Sanità Almerino Mezzolani e i sindacati .”Forza Nuova ritiene che non possano esistere leggi o norme che promuovano quello che è a tutti gli effetti un infanticidio, non esiste il diritto all’aborto esiste il diritto alla vita ” afferma Ditommaso “FN non riconosce in alcun modo l’autorità dell’UE e tantomeno i suoi richiami .Non ci stupisce che questi attacchi trovino il favore dei sindacati e dell’Assessore Mezzolani la cui incapacità ha portato allo sfacelo l’intera Sanità delle Marche.Il paradosso delle istituzioni Italiane ed Europee è che invece di sostenere la natalità finanziano con milioni di euro le pratiche della morte.I medici obiettori marchigiani “conclude Ditommaso “sono un esempio virtuoso per chi ritiene che la difesa della vita sia un valore irrinunciabile”. FN si schiera in difesa di tutti i medici obiettori e li incita a resistere ai continui attacchi che puntualmente vengono sferrati da istituzioni corrotte e da sindacati che sono la parodia di loro stessi. Forza Nuova in questi giorni manifesterà con gesti simbolici la propria vicinanza ai medici obiettori .

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response