TRE MOSSE PER IL RILANCIO DEL ‘SANZIO’

ANCONA – Azzeramento delle perdite nel bilancio 2014. Presentazione del nuovo piano industriale. Ricerca di nuovi investitori. Tre mosse per il rilancio dell’aeroporto Raffaello Sanzio di Falconara. Tre vettori, come usa definirli il nuovo presidente Belluzzi nominato lo scorso 8 novembre, attraverso i quali rafforzare Aerdorica, dopo l’affaire Morriale. Entro il 15 dicembre sarà presentato dal nuovo cda, composta anche da Talarico e Costanzi, il bilancio di previsione. Tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo sarà presentato il nuovo piano industriale, che avrà una prospettiva di medio termine, fino al 2017, e che deve tenere conto degli investimenti attuali. Quindi la strategia per cercare nuovi soci. Qualcosa si è già mosso: un recente accordo con German Wings per voli da e per Berlino o Colonia. In programma però ci sono nuovi incontri con le compagnie che già collaborano con Ardorica: come Ryan Air e Lufthansa. E l’allargamento a est della prospettiva dell’aeroporto, nell’ottica della Macroregione Adriatico-Ionica. Belluzzi ha poi sottolineato l’importanza delle relazioni con gli attuali soci, ha annunciato la prossima convocazione di un tavolo con i sindacati, preoccupati dalle notizie di un taglio all’orario di assistenza volo della torre di controllo, da 24 a 16 ore, come proposto lo scorso ottobre dall’Enav in un’ottica di risparmio sui costi di gestione; e ha confermato l’interesse del fondo argentino Hope Funds.

Leave a Response