PUNTUALE, LA NEVE. VIABILITA’ A SINGHIOZZO. FORTE VENTO.

ANCONA – Annunciata è arrivata la neve nell’entroterra marchigiano, dai 40 centimetri dell’ascolano fino ai 10 del fabrianese, al valico con l’Umbria, dove si sono registrati diversi disagi per la viabilità con i mezzi pesanti rimasti bloccati e lunghe code.

Sulla costa diversi gli interventi dei vigili del fuoco per alberi spezzati e persiane pericolanti, come ad Ancona, dove gli immobili più antichi o fatiscenti hanno creato apprensione. E’ il caso del palazzo ex Enel di via San Martino.

Intanto nuovo avviso di condizioni meteo avverse emesso nella giornata di oggi dal Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile della Regione Marche, con validità fino alla mezzanotte di domani, mercoledì 27 novembre.

Un secondo impulso di aria fredda di origine artica irromperà sul medio Adriatico nella nottata fra martedì e mercoledì, portando ancora tempo perturbato sulla regione per la giornata di domani. Dal tardo pomeriggio di mercoledì ci sarà una graduale attenuazione dei fenomeni.

Il limite delle nevicate – si legge nell’avviso – si attesterà attorno ai 200 metri. Tuttavia, in occasione di rovesci più intensi, lungo la fascia costiera, tale limite scenderà fino alla pianura portando degli accumuli che comunque non sono previsti oltre i 5 centimetri sulla fascia costiera meridionale e più limitati sulla fascia costiera settentrionale e sono destinati a svanire una volta terminato il rovescio.

Il vento interesserà maggiormente la fascia costiera centro settentrionale e la sua intensità è prevista in graduale attenuazione a partire dalla seconda metà della giornata di mercoledì.

Già oggi le condizioni del mare sono particolarmente critiche. A causa delle condizioni meteomarine che rendono impraticabile la navigazione, il porto di Ancona è chiuso, non vi sono quindi nè navi in entrata nè in uscita. Quelle attese per oggi sono rimaste ferme nei porti di partenza o dirottate dagli armatori su altri porti italiani, mentre quelle che dovevano partire sono rimaste ferme in banchina. La navigazione riprenderà non appena le condizioni meteo lo permetteranno.

Tra giovedì e venerdì ci sarà una tregua; sabato invece arriverà una nuova perturbazione dal Nord Europa, seguita da un nucleo di aria fredda ma meno intenso di quella precedente. Porterà un nuovo peggioramento del tempo sulla Penisola con nevicate a quote basse questa volta su parte del Nord.

Leave a Response