LE MARCHE DEI TURISMI CON LO SGUARDO INTERNAZIONALE

ANCONA – Si sono conquistate per due volte in pochi giorni la prima pagina del New York Times. Vengono considerate dalla rivista mondiale AARP, uno dei cinque paradisi dove vivere contro lo stress di tutti i giorni. Le Marche dei turismi vincono ancora. E chiudono la stagione estiva con il segno più in valori assoluti davanti al numero di presenze di visitatori: +6%. Combinazione tra il calo dello 0.9 di italiani, e l’aumento del 6.9 di stranieri. Russi soprattutto, quasi 100 mila hanno visitato la regione, poi tedeschi e svizzeri. Oltre ai soliti cinesi e ai nord europei. Dalla storia alla cultura, Dallo sport alla natura. Dall’enogastronomia alla spiritualità. La declinazione al plurale dell’offerta delle Marche, unita alla strategia sempre più internazionale di comunicazione, ha contribuito a far diventare il turismo come la seconda fonte di entrate regionali. La coda della stagione estiva è questo week-end di Ognissanti. Sono previsti 300 mila visitatori in arrivo nelle Marche: +1.7 per cento rispetto allo stesso periodo del2012, inbase ai dati della Confcommercio. Attirano gli eventi culturali come la mostra del Barocco di Osimo e quelli gastronomici. Oltre ai country house dell’entroterra e agli alberghi lungo la riviera, riapriranno le seconde case grazie al ritorno di olandesi, belgi e tedeschi.

Leave a Response