IMPRESE, L’EXPLOIT ANGELINI MA INDESIT RESTA LA PRIMA NONOSTANTE GLI ESUBERI

ANCONA – Una riduzione complessiva delle vendite del 2,8% rispetto al 2011, più accentuata sul mercato interno, con un -7,4%, compensata in parte da un aumento dell’export del 3,8%. E’ il quadro generale per quanto riguarda il 2012 che emerge dalla classifica delle principali imprese marchigiane curata dalla Fondazione Aristide Merloni. La prima azienda delle Marche, nonostante il momento di difficoltà e un piano industriale che prevede esuberi e chiusure, resta la Indesit Company. Le aziende più importanti delle Marche, dopo Indesit sono Ariston, Tod’s Elica e Acraf Angelini. Quest’ultima, in particolare rappresenta la vera sorpresa con una crescita delle vendite superiore al 16%. Segno di una nuova alba per il settore farmaceutico. Per quanto riguarda l’occupazione, si ravvisa una contrazione generale dei dipendenti dell’1,2% tra il 2011 e il 2012.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response