IL MALTEMPO PEGGIORA: 7 GIORNI DI ALTALENA E ANTICIPO D’INVERNO

ANCONA – Piove abbondantemente sulle Marche. La sferzata autunnale arrivata dopo un fine settembre “estivo” provocata dalla perturbazione Penelope ha provocato anche l’abbassamento sensibile delle temperature. E Penelope non mollerà la presa nelle prossime ore. La Protezione civile delle Marche infatti ha prolungato di 12 ore, fino alla mezzanotte di domani, l’allerta meteo per possibili smottamenti e frane provocati dalle piogge di queste ultime ore. Segnalata una criticità idrogeologica moderata nelle province di Ancona, Pesaro, Macerata e Ascoli.

Mercoledì una tregua, poi anticipo d’inverno

Una tregua effimera sta interessando il Centro, ma già dal pomeriggio è attesa una riacutizzazione dei fenomeni. Si salva per ora solo la Sardegna”. “Dopo la tregua di mercoldì – continua Sanò – già da giovedi assisteremo ad un colpo di scena: dal Nord Europa giungerà un nucleo di aria fredda che innescherà temporali sulle Alpi, poi Lombardia e Venezie e resto del nord, e con la neve che da quota 2000 metri scenderà rapidamente fino a 700 metri in serata sulle Alpi orientali del Friuli e Bellunese, in un contesto quasi invernale. Rovesci veloci e venti forti soffieranno sulle regioni tirreniche. Breve pausa Venerdì con minime rigide al Nord con valori di 5°C; poi nuova perturbazione al Nord e Toscana con neve a 1000 metri in un contesto tardo autunnale”.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response