VERTENZA INDESIT, ORA SPUNTANO I CONTRATTI DI SOLIDARIETA’

ROMA – E’ un incontro “costruttivo” quello di quasi tre ore che si è svolto al ministero dello Sviluppo sulla Indesit secondo fonti aziendali. Al tavolo con le istituzioni, guidato dal sottosegretario Claudio De Vincenti, la società di elettrodomestici ha potuto chiarire sui 70 milioni di investimenti destinati a “rafforzare la produzione italiana” e sull’assenza di licenziamenti, nonostante i 1.425 esuberi. Indesit ne auspica “la gestione con misure come i contratti di solidarietà”.
L’azienda ribadisce la disponibilità a verificare “quali possibili migliorie apportare al piano in termini organizzativi e occupazionali, ferme restando le esigenze di competitività” e conferma per il 26 alle 10 il tavolo al Mise con i sindacati. Le istituzioni avrebbero illustrato nell’incontro di oggi quali strumenti intendono mettere a disposizione dei territori interessati dalla riorganizzazione. Sarebbe allo studio in particolare l’ipotesi di contratti di sviluppo. “L’entità e l’applicabilità degli strumenti dovrà comunque essere approfondita”, si apprende da Fabriano che sottolinea come “ogni risorsa messa a disposizione dalle istituzioni verrà aggiunta ai 70 milioni e utilizzata per migliorare il piano”.

Leave a Response