INCINTA, PICCHIATA A SANGUE DAL MARITO RISCHIA DI PERDERE IL FIGLIO

CINGOLI – Massacrata di botte dal marito ora rischia di perdere il figlio. Il dramma si è consumato l’altra sera in un’abitazione di Cingoli dove la donna, 35 anni, di origini marocchine come il marito, è stata pestata dall’uomo, suo coetaneo, al culmine di una lite. L’allarme lo ha dato la stessa donna la quale, nonostante le percosse ricevute, è riuscita a chiamare i carabinieri. I militari hanno arrestato il marito il quale era già agli arresti domiciliari per altri reati. Per motivi al vaglio dei carabinieri, la lite fra i due che non hanno bambini, sarebbe degenerata tanto che la donna, in stato interessante, sarebbe stata appunto pestata. Soccorsa dal personale del 118 è stata trasferita all’ospedale di Jesi dove ora si trova in osservazione. L’uomo è stato arrestato con le accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni volontarie aggravate.

Leave a Response