IN CATENE, L’APPELLO: “IL LAVORO L’HO FATTO, DATEMI I SOLDI SE NO PERDO LA CASA”

“Io il lavoro l’ho fatto, ora pagatemi, altrimenti perdo la casa”. E’ il disperato appello di un imprenditore maarchigiano, in catene a Riccione.  Salvatore Iazzetta, imprenditore di Porto Recanati si è incatenato di fronte al palazzetto dello sport di Riccione e poi ha minacciato di darsi fuoco. Solo dopo qualche ora di trattativa con i carabinieri Iazzetta, 60 anni, ha desistito dai suoi propositi. L’uomo è il titolare della Infissi srl con sede in via Pesaro a Potenza Picena.

Leave a Response