LUIGI LO CASCIO, PER UN GIORNO ANCONA “LA CITTA’ IDEALE”

Dopo il successo dell’incontro con i fratelli Quay, “l’Ora di Cinema” prosegue con un altro importante appuntamento d’autore . E questa volta Marche Film Commission – Marche Cinema Multimedia ha potuto contare anche sulla collaborazione dell’Università – Facoltà di Economia “G. Fua” , dove lunedì 22 aprile, l’attore Luigi Lo Cascio presenterà in anteprima per le Marche il suo nuovo lavoro, “La città ideale “ che rappresenta anche il suo debutto come regista.L’appuntamento è alle 18:00 all’Aula B1 della sede dell’Università- via Villarey insieme anche ad Anna Olivucci, responsabile di Marche Film Commission che condurrà l’incontro con il protagonista di importanti ed impegnate pellicole degli ultimi anni. Seguirà alle 21:00 la proiezione del film al Cinema Italia a cura di EFFE Cinematografica e CGS Dorico.Il film presentato al Festival di Venezia 2012, ha vinto il Premio De Sica per la miglior opera prima e il Premio Arca CinemaGiovani per il miglior film italiano e insieme alla regia, l’attore siciliano ha firmato anche il soggetto e la sceneggiatura.La città ideale – che lo stesso regista definisce un thriller morale- racconta di Michele Grassadonia, un fervente ecologista che molto tempo fa ha lasciato Palermo per trasferirsi a Siena, che lui considera, tra tutte, la città ideale. Da quasi un anno sta portando avanti un esperimento nel suo appartamento: riuscire a vivere in piena autosufficienza, senza dover ricorrere all’acqua corrente o all’energia elettrica. In una notte di pioggia, Michele rimane coinvolto in una serie di accadimenti dai contorni confusi e misteriosi. Da questo momento in poi, la sua esperienza felice di integrazione gioiosa nella città ideale comincerà a vacillareDa ricordare che Luigi Lo Cascio indimenticato interprete esordiente ne I Cento Passi , che gli valse il David Di Donatello nel 2000, ha aderito con entusiasmo all’invito di partecipare come docente-tutor al progetto di Marche Cinema Multimedia Cineresidenze, insieme a Lucia Mascino in una masterclass “Acting for camera” intitolata “ Il gioco delle parti”. “Il corpo dell’attore va usato come fosse un violino, è una questione di tecnica riuscire a ottenere quella particolare nota.” E’ una sintetica espressione di come Lo Cascio concepisce la sua professione.

Luigi Lo Cascio, 45 enne, palermitano di nascita, che Marco Tullio Giordana rivolle anche nel capolavoro La Meglio Gioventù nel 2003 ( Nastro d’Argento) è anche autore di testi teatrali e attore di teatro. Lo hanno diretto grandi maestri come Giuseppe Patroni Griffi (Romeo e Giulietta), Federico Tiezzi (Aspettando Godot), Carlo Quartucci (Ager Sanguinis) e Carlo Cecchi (Amelto e Sogno di una notte di mezza estate). Al cinema ha lavorato con i registi, Cristina Comencini, Eros Puglielli, Alessandro Piva, Roberta Torre, Andrea Porporati, Pupi Avati, Giuseppe Tornatore, Mario Martone, Leone Pompucc e Giuseppe Piccioni in Luce dei miei occhi , la pellicola che ha significato un altro prestigioso riconoscimento: la Coppa Volpi al 69° Festival Internazionale del Cinema di Venezia.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response